Detrazione IVA: come ripartire l’imposta pagata a monte tra attività economiche e non economiche

Il giudice deve interpretare la legislazione nazionale in modo da garantire, nella misura più ampia possibile, che le detrazioni siano effettuate soltanto per la quota di IVA pagata a monte e che riflette oggettivamente l’entità della spesa utilizzata per l’attività economica del soggetto passivo. In mancanza di un metodo di calcolo dell’importo dell’imposta dovuta, l’amministrazione fiscale competente deve consentire al soggetto passivo di basarsi su un metodo a sua scelta, a condizione che tale metodo rifletta oggettivamente la quota di spese a monte che è stata utilizzata ai fini dell’attività economica e si basi su criteri oggettivi e dati attendibili, consentendo all’autorità competente di verificare l’esattezza della sua applicazione.
Source: Ipsoa

Tags:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.