Riduzione della base imponibile IVA: richiesta la comunicazione all’acquirente del bene o del servizio

Una normativa nazionale può prevedere che la riduzione della base imponibile dell’imposta sul valore aggiunto, in caso di mancato pagamento, non possa essere effettuata dal soggetto passivo fintantoché quest’ultimo non comunichi la volontà di annullare in tutto o in parte l’IVA all’acquirente del bene o del servizio. E’ quanto deciso dalla Corte di Giustizia UE, nella sentenza del 6 dicembre 2018 in riferimento alla causa n. C-672/17. La Corte rileva che la direttiva IVA obbliga gli Stati membri a ridurre la base imponibile e, quindi, l’importo dell’imposta sul valore aggiunto dovuta dal soggetto passivo ogni volta che, successivamente alla conclusione di un’operazione, una parte o la totalità del corrispettivo non viene percepita dal soggetto passivo.
Source: Ipsoa

Tags:
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.