Il contenuto della cartella non ha fede privilegiata

Con ordinanza n.26519, depositata in data 9 novembre 2017, la Corte di Cassazione ha affermato che gli atti processuali dell’agente della riscossione non godono di fede privilegiata poiché sono redatti nell’ambito di funzioni diverse da quelle di ufficiale giudiziario con la conseguenza che la relativa...